Come possiamo aiutarti?

Come faccio a proteggermi da una frode?

La frode è l'uso dell'inganno per ottenere un vantaggio disonesto, spesso finanziario, su un'altra persona. Esistono diverse parole per descrivere la frode: raggiro, truffa, imbroglio, estorsione, doppio gioco, broglio, fraudolenza.

Il Financial Cost of Fraud del 2019 ha stimato che il costo annuale delle truffe nel Regno Unito si aggira intorno ai 130 e i 190 miliardi di sterline. L'Office for National Statistics (ONS) afferma che è più probabile essere vittima di una truffa o di un reato informatico rispetto a qualunque altro crimine.

I più comuni modelli di truffa:

La frode per pagamento anticipato si verifica quando la vittima paga una somma come anticipo per ricevere qualcosa di maggior valore (può trattarsi di un prestito, un contratto, un investimento o un regalo), ma, in seguito, non riceve nulla in cambio.

Le frodi aziendali sono le attività, illegali o disoneste, effettuate da un individuo o da una società per offrire un vantaggio alla persona o ente che perpetra queste azioni.

Le frodi di beneficenza cercano donazioni per enti che svolgono un lavoro minimo o inesistente. Sebbene possano essere messe in atto in qualunque momento, questi tipi di frodi sorgono spesso in seguito a catastrofi di grandi proporzioni.

La truffa con carta di credito è un uso non autorizzato di una carta di credito o di debito, o del numero della carta, per ottenere soldi o proprietà in modo fraudolento.

Il furto d'identità avviene quando qualcuno assume la tua identità per compiere una truffa o un altro reato.

Per frode su Internet si intende l'utilizzo di servizi Internet o di software con accesso a Internet per truffare le vittime o per trarne vantaggio in altro modo.

La frode di investimento è un'offerta che utilizza pretese false o fraudolente per sollecitare investimenti, prestiti o per l'acquisto, l'utilizzo o il commercio di titoli falsi o contraffatti.

La truffa alla nigeriana unisce la minaccia del furto d'identità con una variante di frode per pagamento anticipato, in cui una lettera o un'email inviata dalla Nigeria offre a chi la riceve la grande "opportunità" di ottenere una percentuale di milioni di dollari che l'autore (un autoproclamato ufficiale governativo) sta cercando di trasferire illegalmente dalla Nigeria.

Nello schema piramidale o schema Ponzi, i soldi raccolti da nuove vittime dello schema piramidale vengono dati a vittime precedenti per dare un'aria di legittimità. Negli schemi piramidali, a ogni modo, le stesse vittime sono spinte a trovare nuove vittime grazie alle commissioni per l'assunzione.

Le truffe del prestito vitalizio ipotecario sono progettate da professionisti senza scrupoli in una moltitudine di proprietà immobiliari, servizi finanziari e società collegate per rubare il capitale dalla proprietà di ignari cittadini anziani o per usare questi anziani per aiutare inconsapevolmente i truffatori a rubare il capitale da una proprietà rivenduta.

Cosa posso fare per evitare le truffe?

1. Riconosci in che modo potrebbero contattarti i truffatori

Sappiamo che i criminali:

Telefonano alle persone nel Regno Unito e in altri paesi

Utilizzano siti web per offrire finti servizi

Utilizzano indirizzi email che sembrano ufficiali, ma non lo sono

2. Fai attenzione ai trucchi che potrebbero usare.

I criminali cercano di farti credere che possono offrirti qualcosa in maniera molto facile, come un visto per il Regno Unito, oppure che c'è un problema con la tua richiesta per il visto.

Cercheranno di sembrare naturali e potrebbero usare un linguaggio ufficiale. Potrebbe sembrare che abbiano già delle informazioni su di te, come il tuo nome e indirizzo o che hai fatto richiesta per un visto. Poi ti chiedono soldi o informazioni personali.

3. Come tutelarsi

Dovresti sospettare se:

Quello che ti viene offerto sembra troppo bello per essere vero: un lavoro facile nel Regno Unito o la possibilità di ottenere in modo semplice e veloce un visto per il Regno Unito

Ti chiedono denaro, specialmente se ti viene chiesto di pagare in contanti o con metodi di pagamento non sicuri come i trasferimenti di denaro, i voucher Ukash o le Paysafecard (che compri nei negozi). Utilizzando questi metodi non è possibile tracciare il beneficiario

Ti chiedono i dettagli del conto bancario o della carta di credito o altre informazioni riservate

Pretendono segretezza o ti spingono a pagare immediatamente

Il sito web non sembra professionale (di difficile navigazione e difficile lettura) o non include alcuna informazione sull'organizzazione

Ti viene chiesto di rispondere a un indirizzo email gratuito come Hotmail, Yahoo mail o Gmail che potrebbe a sua volta contenere errori di grammatica o spelling

Se sospetti una truffa:

Non fornire dati personali o confermare la correttezza delle informazioni che hanno

Non pagare nessuna somma

Non pagare con voucher elettronici

Articoli correlati